ANDRETTAWEB — blog libero e indipendente…..nei limiti del possibile..

Andretta – Cittadinanza Onoraria a Vinicio Capossela

Posted by mido59 su 22 ottobre 2008

                 Andretta Consiglio Comunale del 16 Ottobre 2008

               

Vinicio Capossela Cantautore Irpino

Vinicio Capossela Cantautore Irpino

Nel corso del Consiglio Comunale di Andretta, il 16 ottobre 2008, è stata conferita la cittadinanza onoraria a Vinicio Capossela. Le origini andrettesi, da parte di madre, hanno rappresentato solo una parte delle motivazioni che hanno spinto l’amministrazione e la popolazione, con raccolta di firme, ad assegnare questa onorificenza al cantautore irpino; lo stimolo  predominante è venuto dall’impegno, che traspare nelle sue canzoni e nella vita, in difesa della propria terra. L’attaccamento forte alle proprie origini ha assicurato la sua presenza in tutte le ultime vicende che hanno interessato la nostra comunità, contribuendo con la sua popolarità, con il concerto sul Formicoso, a superare la barriera che i mezzi d’informazione hanno eretto intorno al nostro problema discarica.
A presentare l’atto amministrativo è stato l’assessore Pietro Sena con una sua relazione sul cantautore:
” I cittadini di Andretta e l’Amministrazione Comunale sono orgogliosi di conferire oggi la cittadinanza onoraria a Vinicio Capossela e di considerarlo, quindi, anche formalmente, un nostro concittadino.

Noi tutti sappiamo quanto Vinicio sia legato al nostro paese, alla nostra gente alla nostra terra.

Tutti ricordano quando, bambino ed adolescente veniva d’estate ad Andretta insieme ai suoi genitori e girava per le strade del paese e dell’Occhino. Non potevamo allora sapere, però, cosa avrebbe fatto da grande, della sua passione per la musica, per il nostro territorio e le nostre tradizioni.

Nei suoi album, dal primo “All’una e trentacinque circa”, a “Modi”, a “Camera a sud”, al “Ballo di San Vito”, a “Canzoni a manovella”, a “Ovunque proteggi” a “Da solo” che uscirà proprio domani 17 ottobre; e nel suo lavoro letterario “Non si muore tutte le mattine”, ci sono ricordi, sensazioni, emozioni dell’alta Irpinia e di Andretta.

Vinicio ha il dono di unire suoni Balcanici, Bossanova, richiami di Tom Waits, a suoni tradizionali, a echi di feste patronali ed echi delle feste di settembre.

Dice Vinicio in una delle sue raccolte: “…sono nato tra i cuta-cuta, appartengo al ramo dei pacchi-pacchi che sono i più lunatici e fissati… una etnia di origine migrante che migra a quadriglie verso l’incontrè… il mio padrino di battesimo aveva un negozio di alimentari con concessionaria di Liquigas e la prima cosa che mi regalò quando avevo l’età furono le Chewingum a forma di sigarette… e ancora vidi l’Occhino ridente, i baffi aguzzi della luna e la mammanonna diceva – se non credi più ai sogni i sogni non crederanno più a te guardai le case ambulanti come quando guardavo ad occhi socchiusi le casette di plastica gialla con la lucina dentro, appesa all’albero per le feste. Quello per me era l’Occhino…

Ogni volta che vedevo qualcosa di lontano dietro qualche rilievo chiedevo ansioso <là dietro c’è l’Occhino?> ma era sempre troppo distante l’Occhino…”

Anche il Formicoso ritorna spesso nel pensiero di Vinicio, delle strade a tornanti che passano per l’altopiano, alla fotografia, direi premonitrice, in cui in una giornata assolata svetta fuori dalla Topolino di Paolo Rumiz, anzi come dice lo stesso scrittore non gli basta stare seduto nella Topolino. Ci viaggia in piedi come il Papa benedicente con tutto il busto fuori dalla cappotta abbassata. Nel libro di Paolo Rumiz – La leggenda dei mondi naviganti -, Vinicio, che Rumiz definisce come tenente degli Ussari, cantautore dalla barba rabbinica, uccello notturno della canzone italiana, musicante in cerca di radici, svolge il ruolo di Virgilio nell’esplorazione della nostra terra. —

Fino ad ora ho parlato dei meriti artistici di Vinicio Capossela, che già da soli sarebbero sufficienti per conferirgli la cittadina onoraria. Ma noi tutti dobbiamo veramente ringraziarlo per tutto quello che ha fatto per difendere insieme a noi il Formicoso dallo sciagurato progetto della discarica.

Grazie Vinicio per il concerto del 18 Agosto, grazie per aver partecipato alla manifestazione del 2 Ottobre, grazie per l’impegno costante e continuo che ha fatto sì che la nostra causa avesse una risonanza a livello nazionale, che fosse sulle prime pagine di quotidiani come il Corriere della Sera, la Repubblica, II Mattino. Il suo impegno ha fatto crescere la consapevolezza della necessità di salvare il nostro territorio e di rafforzare i legami di tutti noi cittadini dell’Alta Irpinia. Ha fatto crescere la consapevolezza che è in atto un sopruso nei nostri confronti.

Conoscendolo credo che la vista dell’altopiano militarizzato e circondato dal filo spinato gli abbia provocato un groppo alla gola. Ma noi combatteremo ancora e credo che avremo ancora bisogno del suo aiuto.

Grazie ancora Vinicio per il tuo impegno e ti sentiamo un Andrettese come noi.

Assessore Pietro Sena

 

 

                                                             )()()()(————–)()()()(

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: