ANDRETTAWEB — blog libero e indipendente…..nei limiti del possibile..

Eolico-Pubblica Assemblea a Rocca San Felice

Posted by mido59 su 18 febbraio 2009

 

L’ASSOCIAZIONE  CULTURALE 

” CIVITAS  LONGOBARDORUM  TERZO  MILLENNIO “

Al fine di divulgare una più corretta informazione sui rischi alla salute umana generati dai campi elettromagnetici  ed in particolare dall’eolico, si organizza sabato 21  c.m. alle ore 18:00 presso il centro sociale di Rocca San Felice un’assemblea pubblica dove interverranno gli esperti  dr. Gianfranco Turis e Rosalia Passaro.

Sono invitate le cittadinanze e tutte le Autorità territoriali

Il Presidente      dr. Gerardo Di Leo

 

———-()()()()———

3 Risposte to “Eolico-Pubblica Assemblea a Rocca San Felice”

  1. mido59 said

    Questo è il primo di due commenti che ho ricevuto via mail. Gli autori hanno lasciato a me il compito di decidere se pubblicarli. Io li considero innanzitutto delle opinioni, pertanto meritevoli di essere divulgate, ma le ritengo un valido contributo alla discussione per il fatto che sono espressioni di persone che non risiedono stabilmente ad Andretta e che, quindi, con relativo distacco e coinvolgimento hanno forse la possibilità di valutare la questione in modo più obiettivo considerando i pro e i contro.
    Il primo intervento è del sig. Michelangelo Di Guglielmo:
    “L’energia pulita non ha mai fatto male quanto quella nucleare a più basso costo . Alle riunioni è meglio portare qualcosa più concreta tanto a parlare basta una buon oratore che tutto fa brodo.
    Le zone che vengono usate è perché le hanno sperimentate per poter essere utilizzate a tal fine.
    Peccato che ad incassare non sono quelli che hanno dato l’autorizzazione (per pochi spiccioli forse) ma quelli che hanno avuto la forza di investire.
    Forse era meglio che qualcuno invece di fare al lupo al lupo avrebbe fatto quattro conti di quello che si può guadagnare sfruttando l’energia del vento presente in quella zona.
    Per il resto voi che usate questo mezzo di comunicazione usatelo anche come mezzo di chiarificazione alle tante dicerie senza senso.”

    Michelangelo Di Guglielmo

  2. mido59 said

    Il secondo intervento è di Teresa Cella:
    “Grazie per il giro mail di cui condivido profondamente i temi.
    Siamo circondati da campi magnetici, anche semplicemente da quello generato continuamente dalle prese elettriche accanto ai nostri comodini : un campo magnetico cui siamo sottoposti in media 6/8 ore al giorno, con conseguenze ancora tutte da valutare sulla nostra salute.
    Forse però possiamo tener conto che un altopiano così poco abitato, per non dire desertificato ed esposto ai venti , può essere un luogo
    — più appropriato dei nostri comodini per generare campi magnetici,
    —più distante,
    —più globale nel senso che un parco eolico è un intervento di utilità collettiva,
    —più salubre di una discarica,
    —più salubre per la mancanza di scorie e centrali nucleari come in Francia,
    —più conveniente perchè fonte di reddito per chi ha investito
    —più conveniente fonte di reddito per i giovani locali che sono stati assunti per la manutenzione e il funzionamento.

    Teresa Cella da Firenze per Andretta

  3. mido59 said

    Ho anch’io delle considerazioni da fare richiamando il commento del sig. Di Guglielmo.
    Concordo pienamente sulle cose scritte, in particolare sulla necessità di fornire, o cercare, un’informazione completa, esauriente sul fenomeno. Occorre far conoscere sia i costi sia i benefici derivanti dalla realizzazione di un parco eolico. Per circa 6 anni, in Andretta e nei paesi dell’Alta Irpinia, in tutte le manifestazioni e in tutte le occasioni, in cui si è affrontato il problema “ENERGIA RINNOVABILE” , è prevalsa sempre, incontrastata, la voce che minacciava danni, reali o presunti. Tutte le volte che si è tentato di allargare la discussione, illustrando anche i possibili benefici,( verificato personalmente in più di un’occasione ) è scattata immediatamente l’azione degli oppositori, di quelli contrari sempre e comunque, spesso utilizzando motivi futili.
    Accetto anche il suggerimento di usare il blog come mezzo di chiarificazione. Non sono d’accordo però sull’impostazione che vedrebbe me, come gestore del blog, nella funzione di dichiarare la verità. Lo considero un mezzo di comunicazione molto utile, a condizione che sia usato indifferentemente da tutti, mettendo da parte i colori politici e le fedi religiose. Nei limiti delle mie possibilità e conoscenze, quando mi riesce, cerco di mettere a disposizione dei lettori i documenti originali, le registrazioni delle interviste e degli interventi nelle assemblee, al solo fine di permettere, a chi fosse interessato, di poter elaborare un proprio giudizio senza l’intervento di filtri esterni di varia natura( politica e religiosa). L’autonomia di giudizio è per me l’elemento fondamentale per la realizzazione di un minimo di democrazia. Tutto ciò presuppone la partecipazione che purtroppo, molto spesso, non accade: il 95% degli articoli, da me pubblicati, non presenta commenti, nonostante io continui a ripetere che il blog è aperto a tutti e a chiedere di partecipare per contribuire, con il proprio apporto, a migliorare qualche aspetto della vita del nostro paese che sembra destinato a morire, materialmente e culturalmente.

    michele D’Onghia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: